In offerta!
Collana

Stefania Conte
La gatta che vedeva le streghe

Informazioni aggiuntive

autore

Stefania Conte

ISBN

9788895916347

prima edizione

2013

ristampe

2014, 2014, 2015, 2016

formato

14 x 21 cm, brossura con sovraccoperta

pagine

288

15,20 

la trama

Ada Savorgnan è una psicologa forense che vive e lavora in un piccolo paese del Friuli. Ha una spiccata predilezione per la logica e un’antipatia per la fantasia. Alla morte dell’amata nonna, riceve in eredità un ricettario e una splendida gatta rossa, di nome Zoe. Un giorno, il Tribunale di Udine le affida l’incarico di compiere una perizia su Alice Covacich, arrestata per aver appiccato un incendio a una pasticceria. Già dal primo incontro con Alice, Ada si trova di fronte una donna profonda e complicata, legata a un triste passato d’internamento nell’ospedale psichiatrico San Giovanni di Trieste. Sfidando le rigide procedure che la professione le impone, la psicologa ospita la donna in casa sua. Alice, che si rivela una pasticciera eccezionale, viene accolta a suon di fusa e moine dalla gatta Zoe, che sembra condividere con lei la speciale capacità di vedere ciò che gli altri non possono. La notizia che un’ex internata in manicomio vive nell’ameno borgo in cui risiede Ada, innesca una rivoluzione, fomentata dalla maligna Rosa Senzaspine e dalle sue perfide amiche. Ada aiuterà Alice a rifarsi una vita aprendo una pasticceria. Le torte, i cioccolatini e soprattutto i suoi biscotti di Natale otterranno uno strepitoso successo. La congrega di streghe invidiose cospirerà però contro la pasticciera, accusandola della morte di Amorfo Mediocrino, il marito di Senzaspine. Spetterà alla straordinaria Zoe fare in modo che la verità venga a galla, tra maldicenze, cattiverie e oscure manovre.

Stefania Conte
La gatta che vedeva le streghe
3 reviews for Stefania Conte
La gatta che vedeva le streghe
  1. Ugolina

    Ho comprato il romanzo attratta dalla bellissima immagine di copertina. Ho scoperto di aver acquistato non un romanzo, ma un compagno di strada, che mi ha sorretto e confortato nei momenti difficili. Un’opera incantevole, profonda, in cui, come nella vita, gli affetti compensano il dolore e le difficoltà, l’ironia illumina i momenti bui. Grazie alla Scrittrice!

  2. Laura85

    Amo i gatti e per questo motivo mi regalai il romanzo, senza sapere niente della Scrittrice. Tornando a casa, mi sembrava che il libro mi scaldasse la mano con cui lo tenevo e il cuore contro cui lo serravo. Poi, sin dalle prime pagine, ho sentito che era scritto con amore, con sincerità, con l’intento di donare ciò che di buono e di bello c’è ancora nella vita. Ho sorriso, riso e pianto e ho chiuso l’ultima pagina con il rammarico di essere arrivata alla fine. Incantevole.

  3. Marta Simoncini

    E’ stato il mio primo libro come protagonisti i gatti…non e’ stato l’unico xche’ mi ha coinvolta nella storia tanto da leggere anche le uscite sucessive…mi piace come e’ sritto specialmente i nomi che ha scelto x i suoi personaggi…

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.