la trama

Bruno Armàn è uno scrittore di gialli. Sciupafemmine misogino e arrogante, per trovare un po’ di pace e dedicarsi alla scrittura dei romanzi vive come custode in una villa di Pordenone. Un giorno fa la conoscenza di un’affascinante e coltissima cuoca, appassionata cultrice delle opere di Giacomo Leopardi. Colpito da lei, scopre che Aspàsia Leonardis ha una bizzarra inclinazione al linguaggio scurrile, che giustifica con una strampalata teoria sulla volgarità culturale. Mentre cerca di mettere a profitto le collaudate armi di seduzione, lo scrittore, quasi accidentalmente, adotta un vispo cagnolino meticcio, Piero. Con lui, in un’assolata giornata d’estate, si reca in uno sperduto paesino di montagna. Qui Piero scompare misteriosamente nel bosco. Bruno s’impegna così nella sua ricerca, scoprendo di nutrire per la bestiola un inaspettato affetto. Dopo numerosi colpi di scena, sarà indotto a meditare su sé stesso, dando alla propria vita una piega esistenziale inaspettata.

Paolo Morganti
L’imprescindibile Piero. La fuga
3 reviews for Paolo Morganti
L'imprescindibile Piero. La fuga
  1. Pietro

    Anche io ho un cane, purtroppo non assomiglia a Piero, il cane raccontato nel romanzo.
    Il libro me l’ha regalato la mia ragazza: anche lei, purtroppo, non assomiglia ad Aspasia, il personaggio femminile della storia.
    Nemmeno io assomiglio al protagonista, lo scrittore Bruno Arman.
    Ecco perché servono certi libri, come questo: ti danno la possibilità, grazie alla bravura dello scrittore, di ‘vestire’ altri panni e provare altre vite.
    Una storia ironica, divertente, a tratti ‘culturalmente sboccata’ ( si giustifica Paolo Morganti). Ho letto anche il seguito… ero curioso.

  2. Francesca

    Molto bello!
    È il primo libro di Paolo Morganti che ho letto: divertente, ricco di dettagli e di meditate osservazioni.
    E, ovviamente, ho letto anche il seguito!

  3. simoncinmarta@gmail.com

    Il nostro inconfondibile Piers…simoaticissimo e dispettoso…specialmente una scena in particolare…ancora adesso rido al solo pensiero…

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.