La Trama

Terza avventura per la famiglia Savorgnan, sempre alle prese con i gatti magici di casa e questa volta con un benandante. In questa storia è il gatto Paolino, capace di aprire porte e cassetti di ogni genere, a combinarla grossa: rompe un barattolo che custodisce dei folletti. In un emblematico paese di provincia, dove tutto sembra all’apparenza normale e quieto, la famiglia Savorgnan, ognuno a modo proprio, mette un freno alla sempiterna lotta tra il Bene e il Male. Le tre streghe del paese continuano i loro intrighi a scapito degli abitanti buoni e generosi. Un giorno, lo scrittore Paolo Savorgnan riceve una lettera da un uomo che dice di essere un benandante e di avere un pesante segreto da rivelargli. Nel frattempo il gatto Paolino libera due folletti rinchiusi in un vaso da Stefania, strega buona e questi combinano guai a non finire, a iniziare dalla distillazione della bevanda dei miraggi. La pasticciera Ada convola a nozze con il pittore Giacomo, ma l’odio di una donna malvagia farà in modo di rovinare la felicità raggiunta. Sarà Stefania, madre di Ada, con un estremo sacrificio, a fare in modo che il Destino avverso modifichi i suoi piani.

Recensioni
Recensisci per primo “Il gatto che apriva i cassetti”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *